GIORNALISTI PER CASO?

Pubblicato: 3 ottobre 2009 in comunicazione
Tag:, ,

http://sites.google.com/site/mmargheritarinaldi/presentazioni
Tutto ha inizio con il concetto di trasparenza amministrativa, introdotto nell’ordinamento italiano negli anni ’90 del ventesimo secolo. E’ da questo momento che cominciano a prendere forma l’idea, e la possibilità, che il mestiere del giornalista possa essere svolto all’interno delle pubbliche amministrazioni con una pratica di pari dignità rispetto a quella delle redazioni.
Poi, nel 2000, arriva la Legge 150, con una serie di premesse, e promesse, che potenzialmente potrebbero creare un sistema all’avanguardia e di grande garanzia democratica per i cittadini.
Ma tutto sembra fermarsi lì e oggi, a quasi dieci anni di distanza, sembra che l’informazione e la comunicazione istituzionale stiano per ingranare la retromarcia, anche se, paradossalmente, i giornalisti degli uffici tampa istituzionali stanno concretamente “rischiando” di diventare i più liberi dell’intero sistema.
Cos’è che non è andato nell’applicazione di questa legge? Forse molte risposte sono contenute nello stesso testo.
La domanda oggi è: chi e quando, sarà in grado di sbloccare il meccanismo e di far ripartire la macchina in modo virtuoso?
In una lezione con i pubblicisti prossimi all’esame di stato all’Istituto per la formazione al giornalismo di Urbino, il 30 settembre 2009 abbiamo riflettuto su questi temi.
Clicca sulla presentazione allegata in testa a queto post.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...