Ginnastica d’oro: le Marche trionfano ai campionati nazionali assoluti di specialità

Pubblicato: 27 maggio 2013 in Senza categoria, sport
Tag:, , , , , , , , ,
Andrea Cingolani (sin), Paolo Ottavi e Paolo Principi

Andrea Cingolani (sin), Paolo Ottavi e Paolo Principi

LA GARA
Quattro ori su sei, quattro argenti e un bronzo: dopo il titolo nazionale sfumato ieri per pochi decimi, oggi le Marche trionfano alle finali dei campionati assoluti di ginnastica artisitca di specialità.
Titolo nazionale e argento al corpo libero, con Paolo Principi che ieri si è classificato terzo al concorso generale e che oggi conquista l’oro (14,600) e Andrea Cingolani l’argento (14,150). Terzo Tommaso De Vecchis Asd Ginnastica Pro Carate (13,950).
Principi è campione anche alla sbarra (14,700), dove l’olimpionico sangiorgese Paolo Ottavi conquista l’argento (14,650), seguito da Lorenzo Ticchi (14,550). Sesto in questo attrezzo lo juniores della Fermo 85 Carlo Macchini (13,450).
Oro e argento marchigiani anche agli anelli con Paolo Ottavi che sale sul gradino più alto del podio (14,900), seguito dal maceratese Andrea Cingolani (14,700). Quarto in questa specialità l’altro maceratese, Paolo Principi, che ha guadagnato 14,700 punti (terzo Lodadio con 14,450).
Ottavi guadagna inoltre il bronzo alle parallele pari (14,000), preceduto dal neo campione assoluto Ludovico Edalli (oro 14,850) e da Lorenzo Ticchi (14,450). Si classifica quinto in questo attrezzo Andrea Cingolani.
Doppietta marchigiana, inoltre, al volteggio: oro per Cingolani (14,875) e argento per Principi (14,425), seguiti da Marco Lodadio (13,750) e Nicola Bartolini (13,600).
Da sottolineare il trionfo al cavallo con maniglie di Alberto Busnari (14,600), oro per la quindicesima volta in questo attrezzo, seguito da Lorenzo Ticchi (14,050) e da Ludovico Edalli (13,950).
Si segnala, inoltre, il ritiro di Enrico Pozzo dalla gara di oggi.
Nella competizione femminile, seguita dagi spalti anche dalla campionessa uscente Vanessa Ferrari, non in pedana per i postumi di un infortunio, la quattordicenne triestina Tea Ugrin, neo campionessa assoluta, conquista il titolo al corpo libero (14,150). L’argento va ad Elisabetta Preziosa (13,800) e il bronzo a Giulia Leni (13,600).
Vince al volteggio Arianna Rocca (14,025), che si conferma all’attrezzo dopo l’ottima prova recentemente sostenuta a Jesolo, in cui si è piazzata al secondo posto dietro l’astro nascente americano Bires. Seconda Serena Bugani (13,900) e terza Giulia Leni (13,750).
Derby romano alle parallele nel giorno del derby calcistico capitolino: Giorgia Campana (14,050) vince, e conquista l’oro, sulla concittadina Chiara Gandolfi (13,600). La senese Giulia Leni si conferma terza anche in questo attrezzo con 13,200 punti.
Alla trave trionfa Elisabetta Preziosa (14,250). L’argento va a Arianna Rocca (13,250) e il bronzo a Tea Ugrin (13,100).
 
LE DICHIARAZIONI
Soddisfattissimo della riuscita dell’evento il presidente dell’Associazione ginnastica giovanile Ancona Maurizio Urbinati, che ha organizzato la manifestazione. “E’ sempre un onore, per la nostra ginnastica e per la città di Ancona. Ringrazio tutti coloro che hanno contribuito alla riuscita delle due giornate: gli atleti, il pubblico che come sempre ci segue numeroso e le istituzioni, in particolare il presidente della Regione Marche Gian Mario Spacca, che non ha mancato, neanche questa volta, di sostenere lo sport marchigiano, e il presidente del Coni Fabio Sturani, che ci ha seguito costantemente”.

Paolo Ottavi firma con il sorriso la gioia della vittoria

Paolo Ottavi firma con il sorriso la gioia della vittoria

“Bella manifestazione, ottima impressione per l’impegno degli atleti e pubblico splendido”. Queste le prime parole del presidente regionale del Coni Fabio Sturani, che aggiunge i complimenti per il grande risultato degli atleti marchigiani: “La ginnastica delle Marche c’è. E il livello organizzativo e del nostro impianto sono stati apprezzati dal presidente nazionale Fgi Riccardo Agabio. Stiamo lavorando per il futuro, che potrà portarci altre importanti manifestazioni”.

Paolo Ottavi conferma la grande gioia degli atleti marchigiani, che oggi “si sono fatti valere”. “Avevo detto che avremmo venduto cara la pelle ed è stato così. Ieri è stato un peccato – commenta – eravamo così vicini alla vittoria. Mezzo passo sopra sei in paradiso, mezzo passo sotto sei all’inferno. Per quanto mi riguarda – conclude il ginnasta –  oggi ho avuto la conferma del mio ottimo stato di forma e sono soddisfatto della gara”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...